Logo Napoli calcio
Benitez: «Basta autodistruzione, spalla a spalla si fa tutto!»
benitez243.jpg

Alla presentazione del nuovo calendario della società ha partecipato, insieme all’Head of Operation Alessandro Formisano, l’allenatore azzurro Rafa Benitez.

«Quando mi hanno chiesto di fare il calendario pensavo potesse essere difficile. Non sapevo come fare, non sapevo quanto tempo avremmo perso di allenamento. Ho visto che sono tutti professionisti, ci hanno fatto perdere poco tempo – ha iniziato – Il mio primo pensiero è sempre quello sportivo, ho voluto realizzare questi scatti ma non volevo spendere troppo tempo e siamo stati accontentati. Hanno cercato di farmi stare a mio agio, appena arrivavo mi davano subito delle indicazioni. È stato più semplice di ciò che sembra, è stato fatto tutto in mezz’ora. Ringrazio tutti per questa novità, è il secondo anno che sfilo, è stata una bella esperienza. In Spagna si fa questa cosa del calendario, ma non viene organizzato così bene come qui a Napoli. Lì si fa spesso per beneficienza, ma a questo livello è diverso. I calciatori andavano a scaglioni, io ad esempio sono andato da solo, dopo di me sono arrivati tre o quattro calciatori. Un mese prima del calendario sapevano che dovevano fare queste foto per il calendario e stavano sempre in palestra. Ci siamo divertiti molto! Io non sono d'accordo che ogni settimana qui a Napoli cambia tutto. Noi in Spagna diciamo che l'uomo è l'unico animale che inciampa sulla stessa pietra».

«Campionato? Una settimana siamo fantastici, la settimana dopo siamo da settimo posto. David Lopez non è nessuno, poi diventa importante – ha dichiarato – Adesso abbiamo perso contro il Milan e se vinceremo due partite che succederà? Io resto tranquillo, se qualcuno capisce il messaggio bene, altrimenti continuerò per la mia strada. Analizzo cosa succede e cerco di trovare una soluzione. Vedremo alla fine dove saremo. Siamo a due punti dal terzo posto, ci mancano almeno dieci punti che abbiamo buttato per strada. Il calcio soprattutto qui cambia di settimana in settimana. Prossima partita? Il Parma è ultimo ma gioca bene al calcio. Se vinciamo questa partita e poi battiamo la Juve cosa diranno? Cambieranno ancora il discorso. Serve tranquillità, spalla a spalla si fa tutto. Sono convinto che dobbiamo migliorare. Il gruppo è molto unito e lavora benissimo».

«Certo che dobbiamo migliorare qualcosa, ma la squadra sta bene! – ha poi continuato – Quando giochi una finale con la Juve è più facile trovare le motivazioni. Dobbiamo essere concentrati, compatti, metterci grinta e cercare il gol evitando disattenzioni in fase difensiva. Dico che la stagione è ancora lunga e sono sicuro che sarà un 2015 positivo e riusciremo a ripetere la stagione positiva dell'anno scorso. Se qualcuno vuole capire bene, altrimenti... Il nome del Napoli si sente in tutto il mondo. Conoscete Raul Blanco? Adesso è negli Usa e se gli chiedono della serie A parla del Napoli – ha rivelato – Il Napoli è arrivato ad un livello internazionale che prima non c'era. Prima si giocava un bel calcio, ma oggi siamo ad un livello più alto. Manca qualche risultato, ma vedremo a fine stagione».

Poi una battuta su De Laurentiis: «Siamo d'accordo al 100%. Vogliamo arrivare al traguardo – ha detto – Ieri abbiamo parlato abbastanza e abbiamo deciso di allenarci e poi andare a casa, senza ritiro. È stata una scelta di tutti, stare lì tutti insieme ci fa star bene, ma abbiamo perso l'opportunità di vincere tante partite per vari motivi e dovevamo stare più vicino a Roma e Juve. Questa squadra può farlo. Ai calciatori fa molto bene tornare a casa e stare con la famiglia. La squadra è giusta, a Napoli però c'è l'idea dell'autodistruzione. Quando sono arrivato al Chelsea c'era un piccolo gruppo di tifosi che remava contro. Parlo di autodistruzione per farvi capire che questa non è la strada giusta. L'ho visto a Valencia, a Tenerife, all'Extremadura e al Liverpool. Quando si sta tutti insieme è più facile. Al Chelsea non avrei vinto se tutti non fossero stati uniti, tra staff e calciatori. Dobbiamo preoccuparci dei cori contro Napoli e dobbiamo intervenire tutti insieme. Come allenatore ho la responsabilità di vincere, ma ci vediamo a fine stagione. Lavoriamo e cresceremo, sicuro. Non posso dirvi però dove arriveremo. Ci manca qualcosa, ma ciò che non possiamo cambiare e ciò che è successo all'inizio. La reazione della squadra deve migliorare, dipende da noi e dobbiamo andare in campo dando il 100%. Come ho detto io devo trasmettere tranquillità, all'inizio dicevano doveva giocare Mertens, ad oggi è diventato indispensabile uno come Insigne».

«Terzo posto? La squadra ha le qualità per arrivare al terzo posto e forse anche di più – ha infine dichiarato – Rinnovo? Dobbiamo concentrarci sul presente. I calciatori sapevano qual era la situazione. Lavoriamo e parliamo sempre, abbiamo un direttore sportivo che ha creato una squadra nuova con un profilo più alto. Questo è il Napoli, possiamo arrivare dove possiamo, l'importante sarà crescere. Liverpool? Voglio vincere qui, poi se arrivano altre proposte dopo dieci anni, le valuterò, ma ho detto no a due offerte, eppure mi hanno proposto più soldi. Dobbiamo sempre dar il 100%, come faccio d'altronde».

Sui diffidati in ottica Supercoppa: «Se si gioca adesso non possiamo farci nulla. Faremo i conti coi diffidati. Abbiamo analizzato ciò che dobbiamo migliorare. In tante partite avremmo meritato di più. Se noi avessimo segnato all'ultimo a Bergamo senza far segnare l'Inter a questo punto saremmo un po' più in alto». Poi sul mercato e sui cali di concentrazione: «Mercato? Ho fiducia nella società. Cali di concentrazione? Quando devo spiegare l'errore ai calciatori parlo con tutti, dai difensori agli attaccanti. Se qualcuno fa un errore non devo venire qui e dirlo a voi. Prendo i giocatori, gli faccio rivedere le immagini e poi si va in campo per lavorare. Quando arrivai a Valdebebas anni fa c'era un allenatore colombiano fantastico a livello tattico. E lì giocava con due mediani davanti la difesa e tutti glieli criticavano. Era un discorso molto ricorrente. Giocare con due davanti la difesa è meglio di un solo calciatore. Giocare con tre sarebbe meglio di giocare con due. I nostri due mediani provano a giocare in sintonia, non dipende dal modulo ma dai movimenti dei due centrocampisti. Il calcio e fatto per gente che ne capisca».

Mentalità della squadra? «Fa parte della nostra crescita. Un famoso allenatore spagnolo diceva che la cattiveria non si compra al supermercato. È più facile se si vince, ma se pareggiamo una partita che si poteva vincere... ci mettiamo più tempo ad avere fiducia. Ci manca l'esperienza e la continuità, urlando corrono di più, ma se non capiscono cosa devono fare corrono e basta. Samp e Genoa? Vediamo a fine campionato. Koulibaly? È arrivato da pochi mesi, ha fatto benissimo sin da Dimaro, ma non è a posto, deve crescere perché è ancora giovane. Insigne? È stato criticato tutto l'anno, poi è cresciuto perché ha continuato a lavorare e faceva sia la fase difensiva che quella offensiva. Faceva più assist e la squadra vinceva e cresceva di settimana in settimana. Lorenzo ha una capacita fisica e tecnica straordinaria, è uno che ci ascolta e fa il suo lavoro in campo. È ovvio che cresce. Albiol? Deve lavorare sulla concentrazione. Io facevo degli errori che oggi non faccio, magari ne faccio di diversi. L'esperienza è ciò che facciamo quando succede qualcosa di storto.

18/12/2014 ore 16:45 | Articolo inserito da Gianvito Piscitiello
Condividi articolo su...
Potrebbero anche interessarti questi articoli...
bandeau_casinomcbay_240_5201.jpg
Tentazioni Estive: saranno pronti i ...

Manca davvero poco all’inizio del campionato di calcio e di tutti gli altri sport: tutte le associazioni ...
04/08/2017 12:50
mertens15.jpg
Offerte dalla Cina su Mertens, si rivede ...

Dopo la sconfitta del Napoli contro il Real Madrid i tifosi del Napoli non si aspettano di ritrovarsi con un altro ...
09/03/2017 15:54
napoli-mertenz.jpg
Sarri torna a vincere

Dopo tre sconfitte di fila nelle ultime tre partite il Napoli ritorna a vincere a Crotone.Sarri (strano ma vero) ...
24/10/2016 10:39
atalanta-napoli.jpg
Il Napoli cade con l'Atalanta

La settima di campionato è una giornata "no" per gli azzurri ospiti in casa dell'Atalanta. Un Napoli un po' ...
02/10/2016 19:32
primopiano_napoli_benfica.jpg
I probabili undici di Sarri per ...

Dopo aver archiviato la quinta di campionato il Napoli si prepara alla sfida di Champions contro il Benfica. 

26/09/2016 10:07
NAPOLI-CHIEVO-2-0-VIDEO-GOL-HIGHLIGHTS.jpg
Napoli-Chievo 2-0: Gabbiadini si sblocca

Nella quinta di campionata il turnover di Sarri ha un esito positivo: facile amministrazione per il Napoli che chiude ...
26/09/2016 09:30
laxalt-ghoulam-genoa-napoli-serie-a.jpg
Genoa - Napoli: probabili formazioni

Stasera riparte il campionato con la disputa della 5a giornata tra Genoa e ...
21/09/2016 17:54
maurizio-sarri-gonzalo-higuain-napoli-serie-a.jpg
De Laurentiis si affida a Sarri per blindare ...

L'Atletico Madrid, il Chelsea e il Psg sono a caccia dell'attaccante del Napoli. Svariate le offerte sono arrivate al ...
02/07/2016 09:59
slot-machine.jpg
I dati fiscali del primo trimestre 2016 per ...

Per quanto riguarda i dati fiscali dei primi mesi relativi al 2016 possiamo affermare tranquillamente che ...
23/06/2016 10:10
gianluca_lapadula_2.jpg
Lapadula sempre più vicino al Napoli

Il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss e ha confermato ...
16/06/2016 16:17
Kalidou-Koulibaly-Napoli.jpg
Rottura totale con Koulibaly. De Laurentiis ...

In casa Napoli si va verso la rottura totale con il difensore, ormai sempre meno ...
14/06/2016 16:21
225151686-646a15e3-592c-4b5f-a66f-5b3bba08da87.jpg
Probabili formazioni di Napoli-Atalanta

Dopo il colpo di arresto in casa della Roma gli azzurri di sarri si accingono ad affrontare l'Atalanta per confermare ...
01/05/2016 13:06
napoli-chievo-higuain.jpg
Napoli ritorna primo!

Dopo un mese non brillante con le ultime 5 partite da dimenticare il Napoli ritorna in corsa scudetto cancellando al ...
06/03/2016 10:49
gonzalo-higuain-660x350.jpg
Napoli vince anche contro il Carpi

Con il Carpi sono otto! Otto vittorie consecutive che spingono la squadra partenopea a mantenere ancora la vetta della ...
08/02/2016 14:42
2016-02-04_124528.jpg
VIDEO - Lazio vs Napoli 0-2 Full Highlights

Ecco il video, tratto dalla trasmissione 90°minuto, che ci racconta con precisione lo svolgimento della partita tra ...
04/02/2016 13:05